3° Tappa

Vertova-Sant.Frassino

Si attraversa il paese di Vertova in direzione Santuario di San Patrizio, per poi risalire nel piccolo borgo di Bondo e quindi dal sentiero fino alla Chiesa della Madonna delle Mercede di Barbata, dove si può ammirare una vista mozzafiato delle Orobie e della Val del Riso.
Si scende a Gorno passando dal Cristo Redentore dove è d' obbligo una sosta panoramica. 
Si procede dalla mulattiera fino ad arrivare al tradizionale nucleo di case di Ortel, proseguendo dal sentiero a breve si giunge a Chignolo d' Oneta, dove si può ristorare dalla signora Renata.
Si prosegue per il panoramico sentiero che in quota porta al Santuario della Madonna del Frassino, fine tappa.
Qui il custode sarà lieto di farvi il timbro e accogliervi a dormire in un'appartamento dedicato ai pellegrini. 
A fianco del Santuario, alla Trattoria Frassino potrete cenare con un ottimo menù tipico per i pellegrini. 
Sul tragitto ci sono numerose fontanelle.
Buon cammino.

Partenza: Vertova (BG)
ArrivoSant.Frassino (BG) 
Lunghezza: circa 17.3

Asfalto: 20%

Sterrato: 50%

Sentiero: 30%
Dislivello Ascesa: circa 1196 m
Dislivello Discesa: circa 725 m

GPX: SI

Periodo Consigliato: Maggio-Ottobre
Provviste: si consiglia di portarsi il pranzo al sacco.
L’acqua potabile La si può trovare a Bondo di Colzate e a Chignolo d' Oneta. Presso il bar ristorante Poli la possibilità di fare una sosta.

(convenzione per  i pellegrini e possibilità timbro credenziale)

Descrizione Tappa

Dalla Chiesa Parrocchiale di Vertova scendiamo in direzione sud/est dall’ampia scalinata, si prosegue direttamente in Via Cardinal Gusmini giungendo nella centrale Piazza S. Marco dove si gira a sinistra, in Via S. Rocco. Alla chiesetta della contrada si va a sinistra in Via Cavour, poi a destra in Via Bonfanti che conduce al paese di Colzate.  Rimanendo sulla stessa via si attraversa il centro fino a incrociare, a sinistra, Via S. Patrizio, salendo la quale giungiamo alla strada carrozzabile per Bondo di Colzate. La si attraversa e si imbocca sul lato opposto l’antica mulattiera che conduce allo storico Santuario di S. Patrizio, edificato su uno sperone roccioso, dominante dall’alto sulla Valle Seriana. Si continua salendo lungo la strada, intervallata in due tratti dal sentiero che ci fa giungere alla località di Rezzo. Si continua sulla strada fino alla Chiesa di S. Bernardino a Bondo. Si sale a sinistra e si attraversa la strada verso il lavatoio pubblico con annessa fontana. Passando nel bel mezzo del grazioso borgo si fuoriesce sulla strada alle spalle dell’abitato. Si va a destra fino all’incrocio dove ancora a destra, si prende la strada per il Colle di Barbata. ATTENZIONE, prendere subito a sinistra il sentiero indicato CAI 526A che conduce al Colle dove ritroviamo la strada e la seguiamo in direzione nord, di fronte a noi, fino a giungere alla solitaria e panoramica Chiesa della Madonna della Mercede risalente al XVI secolo. Dal sagrato, guardando il portone d’ingresso, si segue a destra il sentiero che discende e incontra una strada rurale. Si va a destra per un breve tratto e, ATTENZIONE , subito a sinistra su un largo sentiero che scende fino a confluire alla strada su cui, poco dopo, s’incontra un piccolo spiazzo, a sinistra, con l’indicazione “Cristo Redentore”. Si segue il brevissimo sentiero che porta ad ammirare la statua e lo splendido panorama che si apre allo sguardo sulla Val del Riso.  

Si torna all’indietro verso il piccolo spiazzo e si va a sinistra sul sentiero che scende nel bosco fino a ritrovare la strada che si segue fino al fondovalle in Via Molini. (NB. In caso di maltempo si consiglia di seguire tutta la strada che inizia cento metri prima della Chiesa di Barbata, a destra, e conduce fino in Via Molini) Si risale il breve pendio opposto incrociando la strada che da Riso porta a Chignolo d’Oneta. In questo punto si divide il Cammino in 13 Tappe dal Cammino in 7 Tappe. Il primo segue la strada a sinistra, il secondo va a destra. Noi seguiamo la sinistra, ATTENZIONE, dopo poco si va ancora a sinistra sulla strada della Valle del Musso, che dapprima segue il piccolo torrente e poi risale ripidamente portandoci al caratteristico nucleo rurale di Ortello. Si prosegue sul tracciato seguendo le indicazioni in direzione Chignolo, toccando la bella chiesetta devozionale di S. Rocco. Teniamo la destra fino alla viuzza che entra tra le vetuste case e ci guida alla piazzetta del borgo, luogo di ristoro e quindi alla Chiesa di S. Bartolomeo. Aggirata la Chiesa, si risale la ripida strada Via Chignolo e si prosegue fino ad un incrocio in cui l’indicazione indica, a sinistra, la bella mulattiera contrassegnata CAI 526B, che lungamente attraversa pendii boscosi e prati con baite per raggiungere la meta della giornata, il raccolto Santuario della Madonna del Frassino, luogo dell’accoglienza pellegrina.

Indicazioni Percorso

Vertova (397 mt) – Via S. Rocco – Via Cavour

 

Colzate – Via Bonfanti – Chiesa Parrocchiale San Maurizio – Via Bonfanti – Via S. Patrizio – Percorso Pedonale per Santuario di San Patrizio –

Via San Patrizio per Bondo (Colzate)

 

Bondo (Colzate) – Sentiero 526A per Barbata – strada per Chiesa Madonna della Mercede di Barbata – discesa strada rurale per Riso (Gorno)

 

Riso (Gorno) – Via dei Molini
Alternativa percorso abbreviato: andare a destra verso strada per Riso – attraversare ponte – proseguire a sinistra indicazioni percorso fino alla Chiesa Parrocchiale di Gorno e da lì seguire le indicazioni percorso per Premolo

 

Sinistra strada per Chignolo, ancora a sinistra su strada carrareccia della Valle del Musso giungendo prima al nucleo abitativo di Ortello e quindi a Chignolo(Oneta) – Mulattiera 526B per Santuario Madonna del Frassino (954 mt) – ripercorrere a senso inverso per 400 mt Mulattiera 526B – prendere a sinistra la mulattiera discesa Campello (Oneta)

 

Campello (Oneta) – strada provinciale per Gorno – sx Via Mons. Guerinoni – Chiesa Parrocchiale San Martino Vescovo 

 

Ricongiungimento con percorso abbreviato: dx Via Madonna – Via S. Antonio – mulattiera per S. Giovanni – Sentiero Alto Serio per Premolo(625 mt) – Via Sorgente – Via Ranica – Chiesa Parrocchiale San Andrea Apostolo – cripta Servo di Dio Don Antonio Seghezzi – Via Don A. Seghezzi – Via Valzella – Via dell’Agro – Hotel Primolus

Luoghi Importanti sulla Tappa

Santuario di S. Patrizio: Via S. Patrizio n° 26 – Colzate
Dal 1166 guarda dall’alto la Valle, immerso nella natura, pieno di arte e di fede.

 

Barbata: poche case, la chiesa, un panorama grandioso… intorno solo verde.

 

Santuario Madonna del Frassino: Via Santuario n° 13 – Oneta
La devozione è espressa nella bellezza del santuario e nella cura dei luoghi.
Apertura: tutto l’anno
Telefono: +39 035 707738

 

Chiesa Parrocchiale San Andrea Apostolo: Via Ranica n°38 – Premolo
Telefono: +39 035 701034

 

Cripta Servo di Dio Don Antonio Seghezzi:
Apertura: 08.00-19.00

Foto 📷

Associazione Culturale Il Cammino di Sant'Agostino | C.F. 94030490133 
© Copyright 2019 - All Rights Reserved - Privacy & Cookie Policy 

Sito realizzato da Mantovanelli Christian   TEL: +39 3929116430

  • Facebook
whatsapp-icon-logo-8CA4FB831E-seeklogo.c

COVID-19