13° Tappa

Fiobbio-Bergamo

L’ultima giornata, in cui si fa ritorno a Bergamo, riserva numerose e importanti soste intermedie. Ad Albino, città del pittore Moroni,vi sono il Santuario della Madonna del Miracolo (detto “della Gamba”) e quello della Madonna del Pianto. A Nembro il Santuario “dello Zuccarello” e a Villa di Serio quello della Madonna del Buon Consiglio. Alzano Lombardo esibisce la splendida Basilica di S. Martino con annesso Museo, quindi si incontra l’ultimo e cittadino Santuario dell’Addolorata nel borgo di S. Caterina per giungere finalmente nello stupendo complesso di Città Alta alla Basilica di S. Maria Maggiore, la più antica e preziosa testimonianza di fede della città. Nel vicino Duomo è possibile imprimere l’ultimo timbro sulla credenziale a suggello di un cammino sicuramente impegnativo ma altrettanto ricco di tante suggestioni e paesaggi diversi e personali sorprese che attendono ogni pellegrino

Partenza: Fiobbio (BG) 
Arrivo: Bergamo  
Lunghezza: circa 26.7Km

Tempo in movimento: 5.04 h

Asfalto: 60%

Sterrato: 30%

Sentiero: 10%
Dislivello Ascesa: circa 398 m
Dislivello Discesa: circa 437 m

GPX: SI

Periodo Consigliato: Maggio-Ottobre

INFORMAZIONI UTILI

Provviste: Attraversando svariati paesi si possono trovare provviste in vari bar e negozi.  

L’acqua potabile: La si trova sul percorso ciclo pedonale.

Tappa 13- Fiobbio-Bergamo-profile.jpg

Descrizione Tappa

Ci attende l’ultimo giorno di Cammino, lasciamo quindi il piazzale della Chiesa Parrocchiale di Fiobbio e andiamo a sinistra in Via S. Benedetto. Subito a sinistra discendiamo in Via S. Antonio fino a deviare, a sinistra, sulla pista ciclopedonale. Camminiamo lungamente, seguendo le deviazioni segnalate, fino a giungere al sottopassaggio che ci indirizza al lato opposto della strada. Proseguendo si cammina lungo la sponda sinistra del Fiume Serio fino al ponte stradale che si attraversa. Al termine del ponte, a sinistra, si segue l’ampia pista ciclopedonale sulla riva destra del fiume che dopo un lungo tratto giunge alla segnalazione del Cammino, che fa deviare a destra in Via Partigiani a Desenzano di Albino.(NB. C’è la possibilità di abbreviare la tappa continuando, alla suddetta segnalazione, sulla ciclopedonale che prosegue lungo il corso del fiume. Si passa sul ponte romanico di Albino, si oltrepassa il territorio di Pradalunga e si continua rimanendo sulla sponda sinistra del Serio ignorando perciò i due ponti che s’incontrano a destra della pista. Si procede fino a giungere, dopo un sottopasso, al terzo ponte, a Nembro. In questo punto ci si ricollega al normale percorso) Tornando alla deviazione in Via Partigiani si perviene al provinciale della Valle Seriana, lo si attraversa e si  sale in Via S. Albini fino a raggiungere la piazza, con annessa fontana, del venerato Santuario della Madonna del Miracolo. Si gira a sinistra in Via Roma fino a giungere e oltrepassare l’incrocio con semaforo ed entrare così in Via Mazzini, nel primo tratto zona pedonale e poi vivace via del centro che si percorre in senso contrario al movimento veicolare. ATTENZIONE, non perdere la segnalazione a destra per il passaggio pedonale Donatori di Sangue che serve la biblioteca pubblica e continua con una scalinata per poi girare a sinistra e giungere nella piazza antistante la Chiesa Parrocchiale di S. Giuliano. Alla fine del piazzale si va a sinistra in Via V. Veneto che ci riporta in Via Mazzini, si gira a destra e si continua fino al termine della stessa. A sinistra si attraversa la strada provinciale e si raggiunge il vicino Santuario della Madonna del Pianto. 

Si riprende il cammino, direzione sud/ovest, rimanendo sul lato sinistro della strada e oltrepassando una grande rotonda. Seguiamo la traccia pedonale che porta al sottopassaggio della rotonda successiva, attraversiamo e continuiamo sempre sul lato sinistro della strada provinciale per Nembro, camminando sul marciapiede ciclopedonale fino a giungere alla segnaletica, a sinistra, che devia in Via Crespi.  Si va a destra in Via Nembrini fino all’inizio della pista ciclopedonale dell’Oasi Saletti. Seguiamo le indicazioni che a un bivio ci indirizzano a destra lungo il torrente Carso e quindi in Via Riccardi. Si oltrepassa un sottopassaggio e si gira a destra in Via Carso e poi ancora a destra in Via Colleoni. A fine via si sale a sinistra in Via S. Martino che ci guida all’imponente Chiesa Parrocchiale di Nembro. Di fronte si attraversa piazza Umberto 1° e s’imbocca Via Mazzini che attraversa il lungo centro storico. Si continua in Via Garibaldi e al segnale si gira a destra in Via Lonzo. Giunti all’incrocio, a sinistra ha inizio il bel percorso pedonale, con una scenografica Via Crucis, che salendo nel bosco ci conduce al promontorio dove, in posizione altamente panoramica, sorge il Santuario della B.V. Maria Madre della Misericordia. Uscendo dal Santuario si prende, a sinistra, il sentiero segnalato che attraversa un tratto di bosco e scende a sinistra fino a un passaggio pedonale che immette a una rotonda. Si segue Via Oriolo per poi deviare a sinistra nella centrale Via Ronchetti e proseguire nella successiva Via Bilabini. ATTENZIONE, deviazione a destra, si va in Via Papa Giovanni XXIII che conduce alla grandiosa Piazza Libertà. Andiamo, alla destra del Palazzo Comunale, sul percorso pedonale che con un apposito tragitto conduce al Parco Rotondo, in cui entriamo. Presenza di una fontana. Lo si attraversa uscendo dal lato sud, si va a sinistra in Via G. Marconi e a destra si supera la linea ferroviaria. Si oltrepassa una rotonda, per giungere infine alla pista ciclopedonale che si stacca alla nostra destra. Si attraversa il bel ponte della pista (NB punto d’incontro con la tappa abbreviata) e subito a destra si prosegue sulla ciclopedonale che fiancheggia la sponda sinistra del fiume. La si segue, superando due sottopassi e poi una centrale elettrica alla nostra sinistra, sino ad un bivio dove la segnalazione ci manda a sinistra. Si continua e si oltrepassa una strada entrando poi in un ampio parco. Attenzione, dopo un breve tratto la segnaletica indica, a sinistra, l’uscita dal parco su Via De Gasperi. Si va a destra e poi a sinistra in Via Donizetti per continuare in Via degli Alpini e giungere al Santuario Madonna del Buon Consiglio di Villa di Serio. Lasciato alle spalle il Santuario, si va a sinistra in Via Santuario fino alla rotonda in cui si prende, a destra, Via P. Cavalli. Si continua sul lato destro della via fino al suo termine e si segue, a destra, il collegamento con il percorso ciclopedonale che subito devia a sinistra e s’infila nel sottopassaggio al cui termine si segue la segnalazione, a destra, per superare il cavalcavia che porta ad Alzano. Si continua diritti fino a oltrepassare il ponte sul Fiume Serio. 

Appena oltre si attraversa Viale Piave per imboccare il percorso pedonale che devia, prima a destra e poi a sinistra, per attraversare la linea ferroviaria e giungere in Via P. Ribolla con cui si perviene alla Piazza G. Garibaldi. Si prende a destra Via G. Mazzini che sale al centro di Alzano e raggiungiamo, a sinistra, Piazza Italia in cui sorge la Basilica di S. Martino. Di fronte alla Basilica entriamo in Via Fantoni che zigzaga nel centro storico, si girare poi a destra in Via S. Pietro. ATTENZIONE, poco dopo, a sinistra, seguire la segnalazione “ciclovia delle rogge” che più avanti, attraversa la strada provinciale e continua fino in Via Paleocapa. Andiamo a sinistra e attraversiamo Via Europa per dirigerci in Via Mearoli che ci conduce lungamente a Ranica in Via Donizetti. Si va a destra, in Via Roma e successivamente in Piazza Italia, Via Adelasio, Piazza Europa giungendo in Via Sarca, al Parco di Villa Camozzi. Seguiamo a lungo la via che entrando nel comune di Torre Boldone diventa Via Ranica e giunti al suo termine, all’incrocio, si va a destra in Via Roma e, ATTENZIONE , subito a sinistra in Via Brigata Lupi. Si va, ancora a sinistra, in via Mirabella e si prosegue seguendo le indicazioni in Via  Marzanica che richiede precauzione per un tratto in cui la strada si restringe e si cammina in senso opposto alla circolazione stradale. Si prosegue fino a giungere al varco d’ingresso del Parco Turani di Redona. Vi entriamo e lo attraversiamo tutto uscendo dal lato opposto, nei pressi della Chiesa Parrocchiale di S. Lorenzo. A sinistra percorriamo Via Papa Leone XIII che incrocia la trafficata Via Corridoni. Andiamo a destra e oltrepassato il sottopasso del cavalcavia, continuiamo fino a giungere all’incrocio con Via Borgo S. Caterina. Si va sul lato destro fino a giungere al piazzale del Santuario cittadino della Beata Vergine Addolorata. Si riprende Via Borgo S. Caterina per giungere al Piazzale G. Oberdan che va attraversato in direzione Città Alta per imboccare Via S. Tomaso, si entra a destra in Piazza Giacomo Carrara passando davanti alla prestigiosa Accademia Carrara. Si risale il percorso pedonale Via della Noca che conduce alla Porta di S. Agostino, principale accesso alla Città Alta di Bergamo. Si oltrepassa la Porta e si mantiene la destra salendo al Piazzale di S. Agostino, con l’ex monastero di S. Agostino divenuta sede dell’Università degli studi di Bergamo. Si va a sinistra in Via Porta Dipinta che ci fa giungere in Piazza Mercato delle Scarpe, crocevia  importante e luogo di arrivo della Funicolare che sale dalla Città Bassa. Andiamo a destra in Via Gombito che attraversa l’antico quartiere e ci fa giungere finalmente alla bella e desiderata Piazza Vecchia di Città Alta, con la storica Fontana Contarini pronta a bagnare il nostro arrivo. Si passa infine alla vicina e stupenda Piazza Duomo, dove si trova, oltre al Duomo e alla famosa Cappella Colleoni, la meta finale del Cammino Alta Via Delle Grazie, la Basilica di Santa Maria Maggiore, meraviglioso monumento religioso, storico, artistico della Città di Bergamo.  

Indicazioni Percorso

Fiobbio (463 mt) – Via S. Benedetto – sx Via S. Antonio – ciclabile Cene – ponte Fiume Serio – sx ciclabile Comenduno – dx per attraversameno provinciale – Via Albini – Desenzano – Santuario Madonna del Miracolo (della gamba)

 

Albino – Via Roma – Via Mazzini – passaggio biblioteca – passaggio Donatori di sangue – Chiesa Parrocchiale S. Giuliano – Via V. Veneto – Via Mazzini – Santuario Madonna del Pianto – Via Marconi – sottopassaggio rotonda – ciclabile per Nembro

 

Nembro – Via Crespi – Via C. Nembrini – Oasi Saletti – ciclabile per Via Riccardi -Via Carso – Via Colleoni – Via S. Martino – Chiesa Parrocchiale S. Martino di Tours – Via Roma – Via Mazzini – Via Garibaldi – Via Bilabini – Via Lonzo – pedonale per Santuario B. V. Maria Madre della Misericordia (Zuccarello) (mt 450) – sentiero – Via Oriolo – sx Via Ronchetti – Via Bilabini – Via Papa Giovanni XXIII – Piazza centro Comune – passaggio pedonale per Parco Rotondo (Alpini) – uscita su Via G. Marconi – prima del ponte dx ciclabile fiume Serio

 

Villa di Serio – sx Via Donizetti – Via degli Alpini – Santuario Madonna del Buon Consiglio – Via Santuario -. Via P. Cavalli – ciclabile per Alzano Lombardo

 

Alzano Lombardo – pedonale per via P. Ribolla – rotonda – Via G. Mazzini – Piazza Italia – Chiesa Basilica S. Martino Vescovo – Museo – Via Fantoni – Via S. Pietro – ciclovia delle rogge – Via Paleocapa – Via Mearoli

 

Ranica -Via Donizetti – Via Roma – Via Adelasio – Piazza Europa – Via Sarca – Via Ranica

 

Torre Boldone – dx Via Roma – sx Via Brigata Lupi – sx Via Mirabella – Via Marzanica

 

Redona – Parco Redona – Chiesa Parrocchiale San Lorenzo – Via Leone XIII – Via Corridoni – dx Via Borgo S. Caterina – Santuario Beata Vergine Addolorata – Piazzale G. Oberdan – (incrocio 1° tappa) – Via S. Tomaso – Piazza G. Carrara – Accademia Carrara – scaletta Via della Noca

Luoghi Importanti sulla Tappa

Santuario Madonna del Miracolo (della gamba): Desenzano al Serio (Albino)
Importante presenza nel tessuto religioso e sociale della città di Albino e oltre.

 

Santuario Madonna del Pianto: Albino
Affacciato sul crocevia cittadino offre bellezza e pace…
Apertura: 8.00-12.00 e 14.00-19.00

 

Santuario Vergine Maria Madre della Misericordia (Zuccarello): Nembro
Posto sui monti di Nembro guarda la vallata fino al suo adagiarsi nella pianura.
Apertura: 8.00-12.00 e 15.00-19.00

 

Basilica S. Martino Vescovo-Museo: Alzano Lombardo
Capolavoro del barocco lombardo con opere di artisti insigni e maestri scultori.
Apertura: 8.00-12.00 e 15.00-19.00

 

Santuario Beata Vergine del Buon Consiglio: Villa di Serio
Accompagna la vita di ogni giorno e indica la strada a chi alza lo sguardo al cielo.

Santuario Beata Vergine Addolorata: Borgo S. Caterina – Bergamo
La sua presenza nel vivace quartiere della città apre un luogo di incontro.

Basilica S. Maria Maggiore: Città Alta – Bergamo
La più importante espressione di fede e realizzazione di opere d’arte della città.
Apertura: tutto l’anno
Timbro credenziale finale presso il Duomo, adiacente la Basilica.

Foto 📷