9° Tappa

Castione della Presolana-Sovere

Il nono giorno la tappa con passaggi alla Madonna delle Grazie di Lantana (Dorga di Castione della Presolana) e al Santuario della Natività di Maria Vergine a Novezio si percorre la verdeggiante Val di Tede e si conclude al Convento dei Frati Cappuccini di Sovere

Partenza: Castione della Presolana (BG) 
ArrivoSovere (BG) 
Lunghezza: circa 23.7 Km

Asfalto: 50%

Sterrato: 40%

Sentiero: 10%
Dislivello Ascesa: circa 452 m
Dislivello Discesa: circa 932 m

GPX: SI

Periodo Consigliato: Maggio-Ottobre

Provviste: si consiglia di portarsi il pranzo al sacco.
L’acqua potabile: La si può trovare in località Rusio, in pizza a Oneta

Descrizione Tappa

Dalla Chiesa Parrocchiale di Castione della Presolana andiamo in Via S. Bernardo e verso la strada provinciale Via V. Emanuele. Si prosegue su questa via del centro fino a Piazza Venezia, situata a sinistra. Passiamo davanti alla chiesetta di S. Rocco e imbocchiamo l’omonima via che seguita, lungamente, ci conduce fino al caratteristico borgo rurale di Rusio. Saliamo dal ciottolato di Via Rusio che ci porta ad attraversare il piccolo nucleo abitato e ci immette sul percorso pedonale di Dernez. Si segue il percorso che giunge alla Via Dernez e si prosegue fino a un tornante dove, a sinistra, si devia su una strada sterrata che costeggia un ruscello. Al suo termine si attraversa un ponticello, si va a destra e subito a sinistra sul sentiero che sale a raggiungere Via A. Volta. Si segue questa via fino a giungere alla Via Locatelli a Bratto. Si va a destra e si continua fino all’incrocio con semaforo sulla strada provinciale. Si attraversa e siamo a Dorga in Via Donizetti, si prosegue a sinistra in Via A. Fantoni che sale tra i negozi fino a un’ampia curva a destra, al successivo incrocio proseguiamo a sinistra in Via Conciliazione. Si va poi a destra in Via Santuario e si prosegue fino a Via Lantana e al Santuario Madonna delle Grazie. Spalle al Santuario si va a destra in Via Predusolo fino a giungere ad uno spiazzo nel bosco dove la segnalazione, a destra, indica  il sentiero che conduce alla fascinosa Val di Tede. Costeggiamo in discesa il ruscello che ci accompagna fino al Casolare di Tede Alta. Si attraversa il prato antistante e si cammina sulla strada sassosa della Val di Tede per un lungo tratto. ATTENZIONE a seguire la segnalazione che a un certo punto fa virare su una strada a sinistra e subito a destra per giungere alla Fattoria della Felicità, idoneo ad una pausa ristoratrice. Il sentiero continua circumnavigando la Fattoria, sale per un breve tratto tra prato e bosco e dopo aver superato un profondo avallamento diventa un bel viottolo che si dirige verso Onore in Via Costa Pù, poi in Via Castello e infine alla centrale Piazza Pozzo. 

Vi è una bella fontana. A destra si va in Via A. Fantoni e subito a sinistra si scende a incrociare e attraversare Viale Garriguella per poi seguire a sinistra il percorso ciclopedonale che costeggiando la strada provinciale ci fa giungere alla strada in Via Pineta che passa alle spalle del ristorante La Baitella. La strada diventa pedonale e con un ampio giro ci porta a Songavazzo, sempre in Via Pineta, giungendo alla Chiesa Parrocchiale di S. Bartolomeo. Si scende dal sagrato lungo il percorso pedonale che dalla Via Chiesa ci porta a incrociare Via V. Veneto. Si va a destra e subito dopo a sinistra in Via Roma che ci conduce tra le case del centro storico fino a giungere alla Piazza Papa Giovanni XXIII°. Si gira a destra e lungo la strada provinciale si giunge al bel Santuario della Natività della B.V. Maria a Novezio.  Si continua su tratti di percorso pedonale verso Cerete Alto, si gira a sinistra in Via Mazzini e ancora a sinistra in Via Fantoni salendo alla Chiesa Parrocchiale.  Dalla scalinata si scende in Via S. Giovanni Bosco e alla storica Piazza Martiri della libertà. In questa piazza si trova l’artistica Cappella dell’Annunziata (o Marinoni). Si prosegue a destra in Via Roma e poi a sinistra nella stradina Via Monte Grappa. Giriamo a sinistra in Via Locatelli, ATTENZIONE, si va subito a destra e a sinistra per imboccare il percorso pedonale di Via Mulina che discende velocemente tra i prati fino a Cerete Basso. Giunti alla strada si va a destra verso il Museo del Mulino, il percorso prosegue in Via Sorgente Moia. Si passa davanti alla Chiesa Parrocchiale e si giunge alla centrale Via A. Volta. Si va a sinistra in Via Piave, a destra in Via Serit e quindi sul tratto pedonale che porta al piccolo ponte in legno che riconduce alla strada provinciale. Andiamo a sinistra fino all’incrocio con semaforo, dove si va a destra in Via Faccanoni. Si percorre la strada oltrepassando il ponte sul fiume Borlezza e si gira a sinistra. Proseguiamo lungo la strada in  parte asfaltata e in parte sterrata, che corre tra prati, boschi e rare abitazioni giungendo alle prime case di Sovere ed al poggio su cui si trova l’ex convento dei Frati Cappuccini.

Indicazioni Percorso

Partire dal centro di Castione della Presolana in Piazza Venezia e percorrere via S. Rocco in direzione Rusio.

 

Rusio – proseguire in via Dernez per poi girare a sinistra salendo a Bratto e successivamente a Dorga.

 

Bratto –Dorga – Via Donizetti – Via Fantoni – andare a sinistra in Via Conciliazione – proseguire a destra in Via Santuario – Via Lantana – Santuario Madonna delle Grazie (950 mt) – Via Predusolo – prendere a destra il sentiero Val di Tede – Strada Carrareccia – proseguire a sinistra per la Fattoria della Felicità – SentierodirezioneOnore

 

Onore – Via Costa Pù – Via Castello – Piazza Pozzo -Via Fantoni – Pista Ciclabile – la Baitella – Strada Carrareccia per Songravazzo

 

Songavazzo – Via Pineta – Chiesa Parrocchiale S. Bartolomeo – Via Chiesa – Via Vittorio Veneto – Via Roma – Piazza Papa Giovanni – Strada Provinciale per Novezio – Santuario Natività di M. Vergine 

 

Cerete Alto – Strada Provinciale – andare a sinistra inVia Mazzini – Via Fantoni – Chiesa Parrocchiale S. Filippo e Giacomo – Via S. Giovanni

Bosco – Cappella dell’Annunziata-Marinoni – Piazza Martiri della Libertà – Via Roma – Via Monte Grappa – Strada Provinciale – prendere a destra la mulattiera Via Mulina

 

Cerete Basso – andare a destra per il Museo del Mulino – Via Sorgente Moia – Chiesa Parrocchiale S. Vincenzo – Piazza Giovanni XXIII – Via

Serit – Pedonale – Via Verdi – Ponte in Legno – andare a sinistra sulla Strada Provinciale – al semaforo proseguire a destra in Via Faccanoni – ponte Fiume Borlezza – prendere a sinistra la strada per Sovere (375 mt) – Convento Frati Cappuccini

Luoghi Importanti sulla Tappa

Santuario Madonna delle Grazie di Lantana: Dorga (Castione della Presolana)
Piccola costruzione ma affascinante e importante testimonianza di fede e arte.

 

Val di Tede: Onore,vallata immersa in un meraviglioso paesaggio naturale.

 

Songavazzo: centro storico con case rurali e padronali in perfetto stile orobico.

 

Cerete Alto: Cappella dell’Annunciata -Marinoni, Piazza Martiri della Libertà.
Esibiscono interessanti cicli pittorici in stile pienamente rinascimentale.

 

Cerete Basso: paese dei mulini, due ancora attivi mantengono vive le tradizioni.

 

Sovere: Convento Frati Cappuccini

Foto 📷

Associazione Culturale Il Cammino di Sant'Agostino | C.F. 94030490133 
© Copyright 2019 - All Rights Reserved - Privacy & Cookie Policy 

Sito realizzato da Mantovanelli Christian   TEL: +39 3929116430

  • Facebook
whatsapp-icon-logo-8CA4FB831E-seeklogo.c

COVID-19